Diagnostica di laboratorio

Prima di eseguire i test, ricordo che è essenziale raccogliere una adeguata e minuziosa storia clinica fisiologica e patologica sia dell’individuo interessato che dei suoi familiari e correlare questi rilievi con un minuzioso esame obiettivo del vaccinando, perché sarà proprio in base a questi dati che si potrà scegliere i test più appropriati. [...]

Omeopatia

Cos’è l’Omeopatia?

L’Omeopatia non è una Medicina (ho scritto la parola ‘Medicina’ con la lettera maiuscola perché in questo caso non mi riferisco ad un medicamento che si assume a scopi terapeutici, bensì all’Arte di Curare). Non esistono tante Medicine, perché una sola è «la Scienza che ha per oggetto lo studio delle malattie, la loro cura e la loro prevenzione», mentre possiamo dire che esistono molte Tecniche Terapeutiche capaci di aiutare l’Uomo a raggiungere o mantenere un certo grado di salute. L’Omeopatia è una di queste tecniche. [...]

Fitoterapia erboristica

Con il termine “Fitoterapia” si definisce ogni trattamento basato sull’utilizzo di vegetali (erbe, piante, fiori, e/o frutti), mentre con quello di Fitoterapia erboristica ho cercato di definire gli usi medicamentosi che possono essere fatti utilizzando vegetali tagliuzzati a pezzetti, raccolti freschi in natura o acquistati essiccati in erboristeria. [...]

Integratori alimentari specifici

È ampiamente noto che una delle più comuni cause della disfunzione del sistema immunitario è un’alterata nutrizione dell’organismo.

In questo caso, acquista significato patologico anche la carenza/mancanza di solo uno o di pochi nutrienti di importanza critica. Per esempio, sappiamo che le vitamine E e C (di origine naturale), il selenio, lo zinco e i flavonoidi (presenti in frutta e verdura) sono nutrienti critici per il normale funzionamento del sistema immunitario ed è altrettanto noto che sia nei bambini piccoli che negli anziani è molto comune riscontrare, specialmente oggi, delle carenze di questo gruppo di sostanze. D’altra parte, alcune persone possono avere anche solo una carenza di una particolare sostanza, come il selenio, che può comportare una alterazione dell’immunità cellulare. [...]

Nozioni generali di dietetica

L’apporto calorico (e quindi energetico nel senso strettamente fisico del termine) varia in base all’elemento nutrizionale assunto e in particolare:

- 1 g di lipidi (o grassi) corrisponde a 9,3 Cal,
- 1 g di alcool corrisponde a 7 Cal,
- 1 g di proteine corrisponde a 4,1 Cal,
- 1 g di carboidrati (o zuccheri) corrisponde a 3,75 Cal.

Da ciò è facile dedurre che i lipidi e l’alcool sono gli elementi nutritivi più calorici e quindi anche più energetici per il nostro metabolismo.

Fornire calorie all’organismo significa fornire energia chimica ma, oltre che dal cibo, noi assumiamo questa energia ‘corporea’ dall’acqua che ingeriamo e dall’ossigeno che respiriamo.

All’uomo, l’energia estratta dagli alimenti serve per mantenere le funzioni metaboliche basali (respirazione, circolazione, metabolismo cellulare, attività delle ghiandole, temperatura corporea, ecc.) e per mantenere le funzioni metaboliche di relazione (termoregolazione, digestione del cibo, attività muscolare, ecc.).

La differenza tra le entrate e le uscite energetiche determina il peso corporeo dell’organismo, la cui regolarità può essere stabilita dall’indice di massa corporea (IMC). Dai valori teorici desiderabili di questo indice (che variano a seconda dell’età e del sesso), si può calcolare il peso corporeo desiderabile che ogni persona dovrebbe avere.

[...]

Igiene di vita

L’igiene di vita (intendendo con questo termine volutamente generico un’igiene “totale”, cioè emozionale, comportamentale, ambientale, alimentare, sportiva, ecc.) è così importante che non si può esaurire in poche pagine. L’enfasi è giustificata dal fatto che considero l’igiene di vita una prevenzione/terapia che dovrebbe essere alla base non solo di queste, ma di qualsiasi condizione patologica. [...]

A proposito di prevenzione

È ormai accertato che la malattia si sviluppa in un distretto del corpo solo quando tutto l’organismo ne è stato compromesso ed è accertato pure che la persona umana ha in sé le ‘armi’ per proteggersi dalle malattie; pertanto, se la malattia si instaura, significa che la persona non ha attivato le sue difese. [...]

Come aumentare le difese di un bambino immunologicamente debole?